Marco Gianfranchi consulente

Metodi ed esperienze per le aziende che cambiano

Attività 5s recente

E’ terminata da poco l’iniziativa 5s realizzata presso un’azienda impegnata nella progettazione e realizzazione di componenti per macchine  etichettatrici automatiche. L’iniziativa ha coinvolto 6 dipendenti e si è svolta secondo il metodo “formazione on-the-job”, alternata a qualche ora di formazione in aula. Questo ha permesso di ridurre al minimo le interruzioni delle lavorazioni.

Risorse gratuite

Documenti e suggerimenti per lavorare  meglio

Format Piano di Miglioramento

Utilizzo: Stampate e compilate questo documento alla fine di ogni attività “cose da fare / to do” del  Problem Solving.

E’ uno strumento utile  per mantenere alta la motivazione dei partecipanti e controllare il progressi del team nel medio periodo.

redtagspot

scarica il file Etichette Rosse 5S

Durante l’ attività 5s (ordine e pulizia sul posto di lavoro), può essere utile disporre di un’etichetta da apporre sopra merce, attrezzatura e macchine non funzionanti o non nel loro luogo ideale. Puoi stampare questa etichetta e personalizzarla con il nome della tua azienda.

L’etichetta va stampata in rosso o su fondo rossUso di etichette Red Tag per segnalare pericolio, meglio se su un cartoncino.

Se usate il cartoncino rosso,  impostate la stampa in B/N così da evitare spreco di inchiostro.

Format Foglio cronometraggio e livellamento

Utilizzo: Una versione a sviluppo verticale del classico foglio per il rilievo tempi di operazioni manuali (montaggi, cuciture, incollaggi, saldature ecc.)

Il ciclo di lavoro deve essere prima suddiviso in fasi cronometrabili (non meno di 10 CTM) separando possibilmente il lavoro in attività macchia, attività uomo, presa e rilascio del materiale.

Si suggerisce di cronometrare almeno 20 cicli. Dopo avere raccolto i dati effettuare le somme, ricavare le medie e poi sulle media procedere aggiungendo le varie maggiorazioni.

Qui un esempio di foglio compilato.

In alternativa ai tradizionali Post-it (sempre utili) è possibile sfruttare le caratteristiche di alcuni software che permettono di generare idee “a raffica”, anche se il gruppo lavora in remoto. Adatto per Ishikawa, Diagramma dei 5 Perchè e ovunque si vada alla ricerca della causa radice.

Questi i miei preferiti:

Il Report A3 è il format di riferimento quando parliamo di Problem Solving in ambito Toyota.

(in preparazione)

 Alcuni partecipanti alle lezioni hanno manifestato interesse ad effettuare letture più approfondite sui temi citati durante le presentazioni. Oltre ai testi sacri del pensiero “Lean e PDCA”, in elenco vengono proposti libri che ritengo utili  a comprendere la portata del fenomeno “Miglioramento Continuo”.

Letture specifiche

  • Out of the Crisis di William Edwards Deming (nell’immagine  sopra la mia copia autografata)
  • Problem Solving 101 di Ken Watanabe
  • La Macchina che ha cambiato il Mondo di James P. Womack
  • Managing to learn. Problem solving, consenso e leadership basati sul metodo A3 di John Shook
  • Applicare il Problem Solving di Ivan Fantin
  • Hoshin Kanri per l’azienda Lean  di Thomas L. Jackson
  • Learning To See di Mike Rother e John Shook

Libre non settoriali

  • The Game di Alessandro Baricco
  • Strategia oceano blu di W. Chan Kim

     

    Alcuni video....

    Contenuto non disponibile
    Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

    Contenuto non disponibile
    Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

    Contenuto non disponibile
    Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
    Contenuto non disponibile
    Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

    Il mio lavoro

    Propongo  servizi di formazione, consulenza e coaching utilizzando i metodi riconducibili al Miglioramento Continuo e più in generale al PDCA.

    Lavoro nelle aziende  aiutandole ad applicare pratiche organizzative quali: Problem Solving, Kaizen, 5s, TWI, Lean Thinking.

    Read More

    Lean

    Pensare “lean” significa realizzare solo quanto chiede il cliente, nel momento in cui lo chiede, con la qualità richiesta…tutto ciò con il minimo sforzo. L’organizzazione della produzione snella (lean production) comporta dunque un ripensamento del business.

    Read More

    Qualità e Problem Solving

    Qual è la principale Risorsa della tua organizzazione? Questa domanda inaugura un percorso che porta i partecipanti a riflettere sul contributo che possono dare al “sistema”. Non occorrono investimenti ma disponibilità ad utilizzare un linguaggio fattuale.

    Read More

    Utilizziamo i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione, continuando accetti la nostra politica cookies. Per saperne di più

    Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

    Chiudi