Marco Gianfranchi consulente

Metodi ed esperienze per le aziende che cambiano

Attività 5s recente

E’ terminata da poco l’iniziativa 5s realizzata presso un’azienda impegnata nella progettazione e realizzazione di componenti per macchine  etichettatrici automatiche. L’iniziativa ha coinvolto 6 dipendenti e si è svolta secondo il metodo “formazione on-the-job”, alternata a qualche ora di formazione in aula. Questo ha permesso di ridurre al minimo le interruzioni delle lavorazioni.

Risorse gratuite

Documenti e suggerimenti per lavorare  meglio

Format Piano di Miglioramento

Utilizzo: Stampate e compilate questo documento alla fine di ogni attività “cose da fare / to do” del  Problem Solving.

E’ uno strumento utile  per mantenere alta la motivazione dei partecipanti e controllare il progressi del team nel medio periodo.

redtagspot

scarica il file Etichette Rosse 5S

Durante l’ attività 5s (ordine e pulizia sul posto di lavoro), può essere utile disporre di un’etichetta da apporre sopra merce, attrezzatura e macchine non funzionanti o non nel loro luogo ideale. Puoi stampare questa etichetta e personalizzarla con il nome della tua azienda.

L’etichetta va stampata in rosso o su fondo rossUso di etichette Red Tag per segnalare pericolio, meglio se su un cartoncino.

Se usate il cartoncino rosso,  impostate la stampa in B/N così da evitare spreco di inchiostro.

Format Foglio cronometraggio e livellamento

Utilizzo: Una versione a sviluppo verticale del classico foglio per il rilievo tempi di operazioni manuali (montaggi, cuciture, incollaggi, saldature ecc.)

Il ciclo di lavoro deve essere prima suddiviso in fasi cronometrabili (non meno di 10 CTM) separando possibilmente il lavoro in attività macchia, attività uomo, presa e rilascio del materiale.

Si suggerisce di cronometrare almeno 20 cicli. Dopo avere raccolto i dati effettuare le somme, ricavare le medie e poi sulle media procedere aggiungendo le varie maggiorazioni.

Qui un esempio di foglio compilato.

In alternativa ai tradizionali Post-it (sempre utili) è possibile sfruttare le caratteristiche di alcuni software che permettono di generare idee “a raffica”, anche se il gruppo lavora in remoto. Adatto per Ishikawa, Diagramma dei 5 Perchè e ovunque si vada alla ricerca della causa radice.

Questi i miei preferiti:

Il Report A3 è il format di riferimento quando parliamo di Problem Solving in ambito Toyota.

(in preparazione)

 Alcuni partecipanti alle lezioni hanno manifestato interesse ad effettuare letture più approfondite sui temi citati durante le presentazioni. Oltre ai testi sacri del pensiero “Lean e PDCA”, in elenco vengono proposti libri che ritengo utili  a comprendere la portata del fenomeno “Miglioramento Continuo”.

Letture specifiche

  • Out of the Crisis di William Edwards Deming (nell’immagine  sopra la mia copia autografata)
  • Problem Solving 101 di Ken Watanabe
  • La Macchina che ha cambiato il Mondo di James P. Womack
  • Managing to learn. Problem solving, consenso e leadership basati sul metodo A3 di John Shook
  • Applicare il Problem Solving di Ivan Fantin
  • Hoshin Kanri per l’azienda Lean  di Thomas L. Jackson
  • Learning To See di Mike Rother e John Shook

Libre non settoriali

  • The Game di Alessandro Baricco
  • Strategia oceano blu di W. Chan Kim

     

    Alcuni video....

    Contenuto non disponibile
    Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

    Contenuto non disponibile
    Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

    Contenuto non disponibile
    Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
    Contenuto non disponibile
    Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

    Proposte formative

    Corsi di formazione e workshop

    Tutte le attività d’aula vengono svolte usando casi di studio ed  esercitazioni mirate.

    Titolo

    Descrizione

    Durata

    Avvicinarsi alla Qualità

    Corso di sensibilizzazione ai temi della qualità e al rapporto cliente fornitore. Introduzione a Win Win e PDCA.

    8  h

    Capire il Kaizen e il miglioramento continuo

    Corso di media durata. Si intendono trasferire le nozioni base per poter lavorare secondo la metodologia Kaizen, fornendo anche elementi sul lavoro di gruppo finalizzato al Problem Solving.

    16 / 24 h

    5s per essere più sicuri sul posto di lavoro

    Un workshop dedicato al tema “ordine e pulizia sul posto di lavoro” ma anche alla sicurezza. L’utilizzo delle 5s riduce infatti molti dei rischi collegati al settore manufatturiero.

    8 h

    Qualità, miglioramento continuo e strumenti decisionali

    Un corso completo dedicato a coloro che vogliono provare i principali strumenti manageriali utili per prendere le corrette decisioni riguardo ai problemi, le cause, le soluzioni in ottica Problem Solving. Uso dello strumento A3.

    40  h

    Tempi e Metodi   – Elementi essenziali –

     

    Gli elementi essenziali per apprendere le caratteristiche dei diversi sistemi per la stima dei tempi di produzione (MTM, Cronometraggio, Work Sampling, Macrofasi), il loro livellamento e il loro corretto utilizzo per stimare costi e carichi di lavoro di linee e operatori.

    16  h

    Il ruolo delle Risorse Umane nei progetti di innovazione organizzativa

    Questo gruppo di lezioni è stato messo a punto in occasione di un Master realizzato per l’Università di Modena e Reggio Emilia. Vengono affrontate le relazioni tra le Risorse Umane e le moderne tecniche di sviluppo organizzativo come Kaizen, Lean Production, Problem Solving. Il corso prevede l’esame di numerosi casi aziendali riportati su video. 

    16 h

    Risultati corso Lean in azienda mobili imbottiti

    Scheda riepilogativa di un progetto Lean Management realizzato presso un’azienda di arredamento, 2013.

    Celebrazione risultati di fine progetto

    Celebrazione risultati di fine progetto

    Dettaglio dei risultatilavagna:

    • Area Ricerca e Sviluppo, tempi di messa a punto di un nuovo prototipo = –50 % rispetto alla stagione precedente
    • Area produzione e magazzino prodotti finiti: riportati nei reparti corretti prodotti e strumentazioni che disturbavano il lavoro (inizialmente messi in area red tag) + recuperate 50 fodere complete “senza un padrone”.
    • Area spedizione: rivisto l’intero flusso logistico, creato 5 box “pronto spedizioni” con una riduzione del 90% di doppie movimentazioni della merce finita che richiedono uso del muletto.

     

    Proposte per le aziende

    Attività presso la sede del cliente

    Realizzabili in modalità formativa , coaching o consulenza.

    Descrizione

    Le 5s (ordine e pulizia sul posto di lavoro) sono uno dei pilastri del “pensiero lean”.

    Le 5s permettono grandi recuperi di efficienza e un buon aumento del grado di sicurezza degli ambienti in cui si svolgono operazioni di montaggio, assemblaggio, manutenzione.
    La facilità con cui si ottengono i primi risultati, tuttavia, non deve trarre in inganno; non si tratta di un metodo facile. Spesso si osservano applicazioni senza un coinvolgimento diretto dei partecipanti, e il tutto viene confuso come un evento di pulizia occasionale. L’intervento è propedeutico a qualsiasi attività Kaizen e Lean.

    Il corso 5s e Sicurezza è una variante del corso base e permette di effettuare l’aggiornamento obbligatorio per quanto previsto dal D.lgs 81.

    Target

    Intervento svolto per gran parte in reparto. Si consiglia la partecipazione di 5/7 persone, di cui almeno 2 provenienti da altri reparti.

    Durata

    5 Giornate (2+2+1)

    Descrizione

    Il progetto prevede un’ articolazione su tre argomenti : introduzione, problem finding e Kaizen vero e proprio.

    I partecipanti sono aiutati ad identificare le principali cause che fanno deviare un processo dalla situazione ideale e a comprendere l’importanza del lavoro su piccoli lotti.

    Scelto un caso applicativo, collegato ad un muda (spreco), si sperimenta la partecipare attiva dei partecipanti nel miglioramento del processo per rendendolo più veloce e sicuro.

    Il Kaizen non si impara, si pratica.

    Se i partecipanti conoscono già le basi del Kaizen, l’intervento si svolge attraverso un’attività di coaching e di assistenza all’ufficio KPO.

    Intervento propedeutico alla Lean Production.

    Target

    Intervento svolto direttamente in reparto, unendo le competenze di personale interno e proveniente da altre aree aziendali

    Descrizione

    Intervento dedicato ai quadri aziendali (Capi Raparto, Capi Ufficio, Capo Turno) per aumentare la loro abiltà nel risolvere i problemi e sfruttare al meglio le risorse che sono affidate loro, nel rispetto degli obiettivi di produttività e qualità richiesti dall’impresa. 

    Il metodo formativo TWI ha in se molti degli elementi che si sono evoluti sino a diventare quello che chiamiamo “Modello Toyota”

    Le tre abilità che vengono viluppate sono: Abilità nell’insegnare buoni metodi di lavoro, Abilità nel migliorare, Abilità nella gestione dei rapporti con i sottoposti.

    Target

    Quadri

    Durata

    3 gg + 1gg + 1 gg di follow up

    Attività di assistenza e consulenza a gruppi aziendali che lavorano su progetti Kaizen e Lean, sia per le aziende produttive che gli uffici.

    Il Kaizen e i risultati intangibili


    Il miglioramento continuo produce anche risultati non misurabili ma comunque importanti; è il caso del miglioramento del clima aziendale dovuto ad un rinnovato spirito collaborativo che generalmente si diffonde tra i partecipanti.

    Qui abbiamo voluto raccogliere “la voce” di alcuni discenti di un’azienda cliente interessata da un progetto Kaizen nel 2012.lieto_riscoprir

    La domanda di fine corso era: Cosa ti ha colpito di più di questo progetto?

     

     

    Queste alcune risposte:

    Caporeparto Non dare soluzioni per scontate. Fermarsi ad analizzare il proprio lavoro può portare a nuove proposte di miglioramento.
    Tecnico Il lieto riscoprire la gente con cui lavori assieme
    Responsabile produzione Non dare soluzioni per scontate. Fermarsi ad analizzare il proprio lavoro può portare a nuove proposte di miglioramento.
    Operaio La propria postazione e il reparto non sono mai abbastanza in ordine, possiamo sempre migliorarle.
    Operaio Nuovo spirito di collaborazione.
    Caporeparto Condividere le idee ha dimostrato ancora una volta che se ognuno può dire la sua si può creare qualcosa di efficiente.

    E’ possibile accedere agli originali completi cliccando sulle miniature:

    Parere dei partecipanti corso Kaizen 1

    Parere dei partecipanti corso Kaizen 1

     

    Parere dei partecipanti corso Kaizen 2

    Parere dei partecipanti corso Kaizen 2

    Utilizziamo i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione, continuando accetti la nostra politica cookies. Per saperne di più

    Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

    Chiudi